Una giornata estenuante e impegnativa. Oggi concorrenti hanno percorso 241,10 km con un programma denso di sabbia e dune. Prima parte della tappa marathon, a fine giornata i concorrenti hanno raggiunto il bivacco situato nel cuore del deserto. Lontani dai team di assistenza, i piloti potranno contare sulle loro competenze tecniche e sulla solidarietà degli altri concorrenti in puro spirito rally raid. Le difficoltà della tappa marathon non spaventano Daniel Albero Puig, il primo diabetico a partecipare all’Afriquia Merzouga Rally, o Eric Croquelois, 15 Dakar all’attivo in moto, e in gara nella categoria SxS.

STORIA DEL GIORNO. Daniel Albero Puig, più forte del dolore

Un pilota come gli altri. Daniel Albero Puig non nasconde la soddisfazione di far parte dei concorrenti dell’Afriquia Merzouga Rally. “Non avrei mai pensato di correre un rally così prestigioso”, ha detto lo spagnolo. Diabetico da quando aveva 10 anni, Daniel deve monitorare costantemente i suoi livelli di glucosio. “Quando ero piccolo, era molto difficile perché non potevo fare sport, stessa cosa per la moto.” Nella vita autista di autobus a Valencia, oggi Daniel corre in moto e il rally è diventato una vetrina per lanciare un messaggio. “Voglio dimostrare che i diabetici, come tutti, possono inseguire i loro sogni. Il mio obiettivo è essere il primo pilota diabetico a partecipare alla Dakar. L’Afriquia Merzouga Rally è un’occasione d’oro per mostrare cosa posso fare, non solo, sto imparando tantissimo.” Daniel è consapevole della responsabilità del suo messaggio. “Non posso permettermi di dimenticare la mia terapia, ma sulle piste mi sento libero come non mai.”

IL RITORNO Croquelois di nuovo sulle dune!
Nonostante la fatica di questi tre giorni di gara, Eric Croquelois sorride. Il pilota del Nord della Francia, che ha partecipato a quindici Dakar in moto, torna sui rally-raid dopo due anni di assenza. Nel 2016 aveva avuto una violenta caduta in Bolivia e si era procurato una frattura alla mano e quattro costole rotte. Ma questo contrattempo è ormai dimenticato. Croquelois, conosciuto come “Crocchette” si è convertito al SxS. “La guida sulla sabbia è divertentissima, meglio che in moto!”. Da spettatore sull’ultima Dakar, Éric sembra rivivere. “Stavo iniziando ad essere troppo vecchio per andare in moto. Il SxS è una soluzione perfetta. In più giochiamo in famiglia, ho mio cognato come co-pilota “.

STATISTICA DEL GIORNO: 39

KTM è la più rappresentata all’Afriquia Merzouga Rally. Dei 124 concorrenti iscritti all’evento, 39 sono i motociclisti alla guida di una moto della casa austriaca. Yamaha si colloca al secondo posto con 19 mezzi (12 moto, 8 quad e 9 SxS). 11 i motociclisti alla guida di una Husqvarna e 7 su una Honda.

Come affrontare la tappa marathon

Edo Mossi, fondatore dell’Afriquia Merzouga Rally e in cattedra per gli workshop serali: “La preparazione è fondamentale. E’ necessario allenarsi a casa, diverse settimane prima, per conoscere al meglio il mezzo e avere una buona conoscenza della meccanica. Durante i giorni precedenti, devono essere effettuati diversi controlli per assicurare che tutta l’apparecchiatura sia disponibile e funzionante. Ogni dettaglio trascurato può rappresentare un guaio. Durante la guida è importante rispettare il mezzo, quindi occorre fare attenzione a non correre rischi eccessivi. Se si danneggia un pneumatico, il giorno dopo si avrà meno pressione, se si rompe qualcosa, si dovrà affrontare con esso, quindi la necessità di essere il più attenti possibile”.

FOCUS Il prezioso ruolo di Afriquia, 2M, Ain Soltane, Sigecont e Naviera Armas

Per la terza edizione consecutiva, Afriquia è il partner ufficiale dell’evento. La compagnia marocchina fornisce carburante e olio ai concorrenti per tutta la durata della manifestazione e offre un supporto logistico importante”. Si tratta di un marchio forte e prestigioso che contribuisce alla qualità e alla reputazione del rally,” dice Alejandro de Goycoechea, responsabile sponsorizzazioni dell’Afriquia Merzouga Rally. Inoltre, l’evento può contare su numerosi fornitori ufficiali: KTM che accompagna la presenza del team ufficiale, l’azienda marocchina Ain Soltane che fornisce 12.000 litri d’acqua per tutto il Rally, Sigecont – azienda italiana specializzata in attività di costruzione, civile e urbanistica e consulenza specifica nella gestione di commesse d’appalto.- e l’azienda spagnola di trasporti Naviera Armas, responsabile del trasferimento dei veicoli dall’Europa al Marocco. Per la prima volta, 2M, il più grande gruppo di comunicazione in Marocco, è partner dell’Afriquia Merzouga Rally. 2M offre una copertura importante sui canali tv, le il sito web e sui social network.